Ebbene sì, questo blog ha la funzione di una papera di gomma (parafrasando Arthur Weasley)

venerdì 31 gennaio 2014

Matthew Reilly : scrittore preferito d'Australia 2014

Matthew Reilly con la sua DeLorean.
dal sito http://shearersbooks.blogspot.it/







Vi ricordate che l'anno scorso vi parlai di Kate Morton, scrittrice preferita d'Australia 2013? A vincere l'edizione 2014 del sondaggio online condotto dal blog australiano Booktopia è stato invece lo scrittore di libri d'azione Matthew Reilly!
Parliamo un pò di lui e del suo rapporto con i libri.
Nato nel '74 a Sidney, è diventato un accanito lettore da adolescente, dopo aver letto Il buio oltre la siepe e Il signore delle mosche, che gli hanno fatto capire come un libro ti può trasportare in un altro mondo. Dopo questa rivelazione ha cominciato a leggere tutti i romanzi d'azione che poteva e, ispirato da Jurassic Park di Chrichton, cominciò a scrivere storie. Il suo primo libro, Contest, lo scrisse a 19 anni mentre studiava legge. Rifiutato dalle case editrici, decise di autopubblicare 1000 copie, e così venne scoperto da un editore.
Il libro successivo, Ice station vendette 170.000 solo in Australia. Adesso Matthew Reilly è tradotto in 20 lingue, per fortuna anche la nostra!



        Ora, so cosa state pensando: i libri di Matthew Reilly non sono esattamente conosciuti per lo sviluppo dei personaggi. Hei, un recensore una volta ha detto che i personaggi nei  miei libri non vivono abbastanza perchè ce ne sia bisogno.
      ” (Matthew Reilly)

Ecco i libri usciti anche in italiano.
Copertina di Ice Station
(Baldini & Castoldi),

attualmente non disponibile
(andate in biblioteca!).

Serie di Shane M. Schofield:

    Ice Station (probabilmente il suo libro più famoso)
    Area 7
    Bersaglio acquisito
    L'esercito dei mercenari

Serie di Jack West Jr.
:

    Le sette prove
    Le sei pietre sacre
    I cinque guerrieri

Altri romanzi:
  

   Tempio



  
Fonti: http://blog.booktopia.com.au/2014/01/28/australias-favourite-novelist-2014-the-full-list/
http://en.wikipedia.org/wiki/Matthew_Reilly
Per la foto: http://4.bp.blogspot.com/-od3MZ1Jt9_Y/TnA-WERDbWI/AAAAAAAAAio/QP4of1rG1a4/s1600/reillymatthew07.jpg
http://www.matthewreilly.com/authorbio.html
http://it.wikipedia.org/wiki/Matthew_Reilly

martedì 21 gennaio 2014

Il blog Ipsa Legit crea la pagina Facebook "Lettere di Elizabeth Gaskell" (+ qualche mio consiglio di lettura "gaskelliana")

https://www.facebook.com/letteredielizabethgaskell
Il 15/01 è nata un' interessante pagina di Facebook, creata dalla blogger dell'interessante sito Ipsa Legit (ipsalegit.blogspot.it). Si chiama "Lettere di Elizabeth Gaskell" e, come si legge sulla pagina fb, "offre, in traduzione italiana, brani delle lettere di Elizabeth Gaskell".
Il testo dal quale vengono tratti i post è "The Letters of Mrs. Gaskell" a cura di J.A.V. Chapple e A. Pollard.
Non solo la blogger ci regala interessanti lettere riportandoci sprazzi di vita quotidiana della nostra (mia almeno!) scrittrice dell'800 preferita, ma scrive anche interessanti post sulla vita dell'autrice. Capirete che questa pagina mi piace già moltissimo!
Quindi andate su Fb e cliccate mi piace al seguente indirizzo!!
https://www.facebook.com/letteredielizabethgaskell

E della Gaskell, tra i libri che ho letto, vi consiglio Mary Barton, Lois la strega* e La storia della vecchia nutrice**. In più, per i più temerari, merita decisamente anche una parte di Ruth, libro piuttosto pesantuccio causa l'età (all'epoca però era supermoderno), diciamo che consiglio un capitolo soltanto, il capitolo 24, "The Meeting on the sands" (non ricordo il titolo in italiano), che è meraviglioso (potete leggerlo qua in inglese: http://www.gutenberg.org/files/4275/4275-h/4275-h.htm#c24)!

PS: Ancora non ho cominciato Nord & Sud, come vi avevo promesso, lo so, sono imperdonabile! Ho iniziato Il gioco del trono (Il trono di spade + Il grande inverno, che valgono come un unico libro perchè in inglese lo sono) di George R. R. Martin, quindi ormai lo finisco! 

*all'interno di Storie di donne di bimbe, di streghe
**all'interno di un paio di libri: Il velo dissolto, Roma, TEN, 1993 e mi sembra, sempre dentro Storie di bimbe, di donne di streghe.

domenica 12 gennaio 2014

Ebook. Invito alla lettura

Il grande fascino misto a un non so che di illeggibile
di un vecchio libro scritto su due colonne,
dalle pagine ingiallite e una (bellissima) pubblicità.
(Comunque sono riuscita a leggerlo in passato!)
2 pagine di un mio libro
del '61 "Tragedia in tre atti" di A. Christie
 (I capolavori dei gialli Mondadori).
Fino a qualche mese fa la mia esperienza con gli ebook era limitata.
Millenni fa, quando questi nacquero ma li potevi leggere solo sul pc, venni presa dall'euforia di cercarli, per poi scoprire che non mi sarei mai messa a leggerli sul pc.

Spesso mi sono stati molto utili Google Books e LiberLiber. Ho usato spesso la visualizzazione parziale o intera di Google Books, sia per fare delle ricerche all'interno del testo, sia per leggere parzialmente libri in italiano o inglese, o per chiarirmi le idee su una traduzione che non capivo (il caso degli Hunger Games).

Poi sono arrivati tablet e lettori ebook, e la questione è stata molto diversa. Cosa fare? Ero contraria a leggermi un libro in ebook, la scelta era poca, il prezzo spesso alto e la biblioteca piena di libri cartacei sempre a portata di mano. Nonostante questo mi ha incuriosito cercare quali ebook gratuiti potevo trovare in circolazione, ma cercandoli a caso non trovavo niente di interessante.
Insomma, è andata come è andata, qualche mesetto fa volevo leggermi un libro che in biblioteca era in prestito. Solo che io volevo davvero leggerlo subito. A volte (spesso) se ti va di leggere un libro e perdi il momento, dopo non ti va più di leggerlo. Quindi presi il mio telefono Android (nessun tablet o lettore ebook) e ho fatto una scelta che ha cambiato il mio modo di leggere!
Non per fare pubblicità, ma ho scaricato un'applicazione gratuita (almeno nelle funzioni di base), Moon+Reader (https://play.google.com/store/apps/details?id=com.flyersoft.moonreader&hl=it), e ho cominciato a leggere la versione ebook. Quando è rientrato il libro in biblioteca ho alternato lettura cartacea e informatica. La rivoluzione per me era iniziata.
Ho continuato così per altri libri, che erano in prestito o avrei dovuto aspettare in interbibliotecario, e infine anche con libri disponibili a scaffale.
Per andare a lavoro un libro pesante in borsa in più o in meno, fa la differenza.
Ecco a voi un mio personale elenco di pro e contro nel leggere un ebook.

VANTAGGI:
  • Se il libro al momento non è disponibile in biblioteca (non sempre li voglio comprare) posso averlo lo stesso.
  • Puoi leggere la versione ebook di libri che nella versione cartacea sono rovinati, ingialliti, o scritti piccoli, o, cosa terribile, scritti su due colonne (cosa che uccide la lettura).
  • Puoi cambiare la copertina al tuo ebook. Alcune copertine cartacee fanno ribrezzo.
  • Puoi portarlo ovunque. Anche il cartaceo, certo, solo che questo pesa, magari sei a fine libro e due libri non ti va di portarli dietro. Li puoi leggere anche in piedi in bus (anche il libro, ma non sempre, ed è più scomodo).
  • Puoi leggere in momenti impensabili, tipo in coda alla posta o alla cassa, dal tuo cellulare.
  • Il tempo della lettura aumenta. E non di poco.
  • Il programma che legge gli ebook sa sempre dove la lettura si è interrotta. Riparte sempre dal punto in cui hai smesso di leggere.
  • La funzione "trova" del programma di lettura ebook è qualcosa di meraviglioso se non ti ricordi di un personaggio.
  • E' molto facile condividerlo con chi vuoi (se è una copia gratuita). E dà meno pensiero di prestare un libro...non ti deve tornare.
  • Non rimane nella tua libreria.
  • Disfarsene è facile, in nessun caso distruggerai la copia originale.
  • Non si sporca e non si bagna, e non c'è nessun angolo del libro che si sciupa.
  • Non pochi ebook sono gratis.
  • La notte al buio puoi non accendere la luce, e non svegli nessuno.

Secondo me la cosa migliore è proprio leggerli dal cellulare, dà anche meno nell'occhio sul bus.

SVANTAGGI:
  • Diventi ancora più cellulare-dipendente!
  • L'ebook si "scarica" mentre leggi. Di fatto l'applicazione ebook mangia la batteria. Non ti succede col cartaceo.
  • Stare distesi sulla spiaggia a leggere sul cellulare non ha la poesia di leggere un libro cartaceo. 
  • Non profuma. Terribile.
  • Non sai bene il numero di pagina a cui sei arrivato. Ma hai la percentuale di lettura.
  • Non rimane nella tua libreria.
  • Molti libri non hanno una versione ebook.
  • Molti ebook sono costosi: paghi per un libro che non ti rimarrà!
  • Non è romantico quanto il cartaceo. Fa più romantico un ragazzo che legge un libro, rispetto a uno che spippola al cellulare!
  • Il cellulare che ti casca sul mento mentre leggi! Fa decisamente più male di un libro (generalmente!).
  • La tentazione di leggere mentre cammini per strada è troppo forte! Solo che è un POCHETTO pericolosa. Lo sconsiglio.

Insomma, secondo me ha più senso leggere gli ebook che trovi gratuitamente in internet, che comprare un ebook, dato che fa un pò strano comprare una cosa che ti rimane solo fintanto che ti funziona il cellulare.
Tirando le somme credo che la cosa migliore sia poter avere insieme libro e ebook!
Qualcuno infatti sta cominciando a venderli insieme!
Perché comunque, sul divano, è sempre meglio il cartaceo! Fosse solo per fare una pausa dal cellulare!
E un consiglio: non cercate ebook a caso gratuiti, ma cercate solo se esiste la versione ebook del libro che realmente vi interessa. E non piratate!

Buona lettura, in qualsiasi forma sia!

PS: Se scegliete Moon Reader vi consiglio il tema Day 1 ! Fa molto libro antico!!

PPS: Moon Reader nella versione gratuita legge solo epub. Almeno per me non è un problema, e convertire è spesso facile. La versione a pagamento comunque se vi interessa non costa poi molto (mi tenta molto in effetti).

PPPS (e poi la smetto): molte biblioteche prestano anche ebook!

lunedì 6 gennaio 2014

Libri per l'Epifania / Befana

Copertina da
 http://www.lenuovemamme.it
La nostra Befana è una cosa tutta italiana, quindi non c'è una vera tradizione di romanzi sull'epifania!
Ho pensato però ai titoli più "befanosi" ed eccoveli qua.


1. Come fu che Babbo Natale sposò la Befana di Andrea Vitali
E' un libriccino appena uscito. Per tradizione la Befana NON è la moglie di Babbo Natale, ma dev'essere un libriccino carino.

Copertina da lafeltrinelli.it
 2. La freccia azzurra di Gianni Rodari  (illustrazioni di Nicoletta Costa)
 L'unico classico sulla Befana che esista.  Consiglio l'edizione illustrata da Nicoletta  Costa!


Copertina da libriblog.com
 3. Chocolat di Joanne Harris
 Una donna si trasferisce in un paesino francese  aprendo una cioccolateria durante la  quaresima. Per il parroco è una strega  tentatrice. Quindi magia e cioccolatini, il libro  che più si avvicina a questa festa non credete?

4. Gli uomini preferiscono le befane di Le Emme
Esiste solo in ebook, ma le recensioni sono positive. Sono raccolte 8 storie di befane molto speciali! Scritte da 8 donne, riunite sotto il nome di Le Emme.
Copertina da emmabooks.com
solo in ebook













BUONA EPIFANIA E BUONA BEFANA!!!!

domenica 5 gennaio 2014

La Trilogia delle Gemme di Kerstin Gier

So che ho promesso di leggere Nord e Sud (vedi 2 post in basso), ma vigliaccamente ho ceduto a Red, dopo due giorni, a Blue, e poi a Green! Lo so, chiedo perdono!
Di cosa si tratta? E' una serie detta delle gemme perchè all'estero si chiamano Rosso rubino, Blu zaffiro e Verde smeraldo, perchè ogni viaggiatore nel tempo è contrassegnato da una pietra preziosa. In Italia si chiamano semplicemente Red, Blue e Green.
Sono libri davvero carini! Hanno uno stile molto da ragazzi, ma sono young adult. Non li avrei scelti per la copertina, ma me li hanno suggeriti, quindi ho vinto le reticenze iniziali e li ho presi in prestito e devo dire che mi hanno proprio coinvolto!
La trama si può riassumere così:

Gwendolyn è una ragazza come tante, con una famiglia davvero singolare. Tralasciamo il fatto che abita in un'antica dimora a Londra piena di passaggi segreti, la cosa davvero strana è che la cugina dovrebbe essere destinata a viaggiare nel tempo...ma, oh no, c'è stato un "errore"! E' lei la (dodicesima) viaggiatrice! E quel ragazzo, Gideon? Ha degli occhi mozzafiato...Seguite Gwendolyn, la sua amica Leslie, la visionaria prozia Maddy, i numerosi fantasmi e l'affascinante Gideon a spasso per il tempo in una Londra sempre mutevole.
Copertina originale del libro
(dal blog http://it.paperblog.com/
esce-in-libreria-red-rubinrot-254375/
)

Ah ah, così come l'ho scritta sembra il trailer di un film, ma rende l'idea, il libro è scorrevole e scoppiettante.

Davvero particolare è che il libro ha una sua colonna sonora, molto spesso infatti Kerstin Gier fa canticchiare a Gwendolyn una canzone o la "sentiamo" mentre la protagonista la ascolta.

Non ne faccio una lista ma per farvi un esempio, la nostra giovane viaggiatrice nel tempo canta:
God Save the Queen (l'inno inglese eh eh), Papercut (Linkin Park), Emiliana Torrini, Memory dal musical Cats e molte altre ancora.

Una serie giovane e fresca, che in Germania è diventato anche una serie di film.

A fianco potete vedere la simpaticissima copertina originale di Red, più "azzeccata" che la nostra! La nostra (non ve la metto nemmeno, anzi la trovate nel link qua sotto) fa pensare all'ennesimo romanzo d'amore dark, e questo decisamente non lo è!

Buoni viaggi nel tempo!